HARIMAU SILAT    Intervista a Guru Erik Kruk

Nell’ampio panorama dei Maestri di Silat apparsi negli Stati Uniti ad inizio secolo, sicuramente merita una menzione particolare Guru Erik Kruk  (già definito da alcune riviste specializzate “la gemma nascosta del Silat statunitense”)

Il suo approccio al Silat ed in particolare allo stile Harimau non è convenzionale, pur traendo origine dalla sua forma più tradizionale, studiata a lungo in Indonesia.

Caratteristica peculiare dell’Harimau di Guru EriC Kruk è la tremenda efficacia nel Close Combat e l’abbandono di ogni fronzolo legato alla tradizione.  In sintesi uno stile di Close Combat potente, tremendamente efficace ed aggressivo, votato all’attacco e al creare il panico nell’avversario sin dall’inizio, attraverso azioni non convenzionali portate al massimo della velocità ed efficienza di movimento. Ma lo stile è anche un gioco fine di strategie, dove però il combattimento a terra, tipico degli stili tradizionali è utilizzato solo per il breve tempo di sorprendere l’avversario e finalizzarlo.kruk-e-karambit

Riportiamo il seguente articolo nella forma di intervista, avvenuta in più occasioni

Guru Kruk quali sono a suo avviso le caratteristiche principali per essere un buon studente?

G.E.K.: l’umiltà, la dedizione e la capacità di sacrificio

Non importa se si è Grandi Maestri o grandi industriali, il primo atteggiamento mentale deve essere quello dell’umiltà con tutti. La dedizione è ciò che consente grandi progressi , infatti nulla può essere acquisito in poco tempo e ciò richiede anche sacrificio, perché allenarsi ai nostri giorni spesso non è facile e comunque l’Harimau richiede grande impegno fisico e capacità anche di accettare il dolore fisico.

Come ha iniziato la pratica delle Arti Marziali?

G.E.K.:  ho iniziato in Arizona, a Phoenix, studiando WING CHUNG KUNF FU per un anno, poi ho studiato con Sifu Paul Marrero WU-WEI GUNG FU,  il JKD, il KALI e il MANDE MUDA PENKAT SILAT per circa 6 anni. La passione per il Silat mi ha spinto a trasferirmi in Indonesia, dove grazie a mio moglie (Mia Kruk, riferisce alla Fam Reale) sono stato introdotto all’HARIMAU scuola BARINGIN SAKTI PENKAT SILAT

Per quale ragione ha scelto il  BARINGIN SAKTI PENKAT SILAT?

G.E.K.:  mi ero recato in Indonesia per studiare il Mande Muda, dato che ero rimasto affascinato da Guru Herman Swanda conosciuto negli Usa grazie al mio Maestro Paul Marrero, ma poi sono rimasto estasiato dall’approccio realistico e dall’efficacia del Harimau Baringin Sakti, stile capace di adattarsi a qualsiasi aggressore

Quali sono le caratteristiche dello stile?

G.E.K.:  Lo stile è basato su movimenti istintivi, ma impostati su tecniche precise, che prevedono

diversi metodi di attacco, che comprendono ginocchiate, colpi inferti con il palmo della mano, calci e manipolazioni cervicali, caratteristiche del sistema.  Gli attacchi sono inflitti con tanta velocità e ferocia da lasciare nell’impossibilità di reagire l’aggressore.

Un esperto di Harimau può velocemente lottare a terra, rialzarsi e cambiare posizione per confondere quelli che lo attaccano.

La polemica sta  rovinando le Arti Marziali?

ci saranno sempre i polemici nelle Arti Marzili e possono probabilmente arrecare disturbo in vari modi. Comunque chiunque mi conosce sa che non  ho tempo per polemiche e gossip Suppongo che alcune persone hanno più tempo di altre per questi futili discorsi.

Le arti marziali ci sono sono state tramandate nella speranza che restassimo

—————————————————————————————————————————————————————-