CSSD-SC:  Common Sense Self Defense – Street Combat


E’ un sistema di combattimento ravvicinato knife oriented (ossia basato su stili di coltello) creato dal Gran Maestro Bram Frank a partire dall’attento studio del Modern Arnis del GM Prof. Remy Presas, da cui privatamente come unico occidentale, ha studiato approfonditamente l’uso delle lame.   A tali studi il Maestro ha aggiunto i principi del Wing Chung appreso da William Cheung, quelli dello Small Circle Jiu Jitsu (del GM prof.Wally Jay), del Kyusho Jitsu (Punti di Pressione) e i classici sistemi di  Close Combat/Combatives  e di knife fighting americani.

Tale Sistema insegnato ormai da anni a Militari, Corpi Speciali e Law Enforcement di tutto il mondo gli è valso negli ultimi anni oltre 18 Awards, titoli nella Hall of Fame e menzione nelle principali riviste internazionali di settore quale Maestro di riferimento per lo studio del combattimento con il coltello e il combattimento ravvicinato Militare (CQC/Combatives).

 

L’attività per tanti anni svolta in Israele,  anche come  Instructor Israeli Anti Terror-IDF-ISA, gli ha consentito di ottenere il riconosciuto di “Padre del Combattimento con il Coltello Israeliano”, seguito importante cerimonia e il supporto di varie Scuole Internazionali di Krav Maga, che continuano a riferirsi a lui.

L’insegnamento del combattimento con il coltello nel CSSD-SC  è basato sullo studio di facili combinazioni  (sumbrade di 3 colpi e altri drill) organizzate in modo tale da semplificare l’analisi  “del caos” che si verifica in un combattimento.  L’apprendimento delle varie sequenze consente di acquisire la miglior risposta motoria ai diversi attacchi e pianificare il miglior contrattacco possibile, prendendo coscienza da un lato delle diverse alternative per l’aggressore e dall’altro le varie strategie di contrattacco e possibili implicazioni di queste.

 

Le varie sequenze vengono successivamente riassemblate con l’introduzione di concetti quali “decision points” (punti in cui si può decidere di cambiare strategia di attacco) e “switch points” (cambiamenti di azione non voluti, ma conseguenti a mutamenti della tattica dell’avversario), così da poter dominare in modo completo le complesse dinamiche del combattimento e applicare le migliori tecniche di chiusura (letale o non letale).
Sin da subito si studia l’utilizzo del coltello con le diverse impugnature sia in mano destra che sinistra e le loro combinazioni.

Il sistema si applica a tutti i tipi di lame da taglio (corte, lunghe o ricurve) e anche al caso dell’utilizzo contemporaneo di due lame (es doppio coltello) o di una lama lunga ed una corta (spada e daga).

L’apprendimento del CSSD-SC risulta facile e veloce in quanto basato sullo studio di principi e non la memorizzazione di routine o tecniche.  Il sistema è fondato su movimenti semplici e spontanei (ossia che fanno riferimento a naturali reazioni e meccanismi motori dell’uomo), in quanto questi hanno maggior possibilità di successo, anche sotto lo stress del combattimento.

Per tale ragione il GM Bram Frank ha utilizzato per il suo sistema il termine Common Sense, ossia riferimento a meccanismi motori spontanei nella difesa personale (Self Defense) o  nel combattimento reale (Street Combat).

 

Il CSSD-SC insegna poi a traslare le tecniche insegnate per il combattimento con il coltello al combattimento con armi a percussione (bastoni), oggetti occasionali (penne, chiavi, porta chiavi, cinghie,cinture, corde, ombrelli, giubbetto, borsa, cappello, libri ecc) o al disarmato (“mano nuda” contro “mano nuda” o “mano nuda” contro armato).
Nel combattimento a “mani nude” si seguono gli stessi principi motori utilizzati con le armi, rafforzati  dall’utilizzo delle leve (provenienti dal Modern Arnis e Small Circle Jiu Jitsu) e dalla percussione (di mano, piede, gomito, ginocchia o testa) su punti di pressione situati in diverse zone del corpo, che consentono il controllo dell’avversario con ridotto utilizzo della forza. Vi è poi il controllo della linea centrale tipico del Wing Chung.

Sulla base dei principi del CSSD-SC il GM ha disegnato dei coltelli ormai famosi per importanti ditte internazionali, quali i lama fissa Abanico, Submarine e i folder Gunting, Lapu Lapu Corto, Crmipt, Tusok.

Per i coltelli chiudibili il GM ha progettato un particolare sistema di apertura cinetica (purzle lock)  che si adatta perfettamente ad un settore del CSSD-SC rivolto alla difesa personale mediante l’utilizzo di coltello chiudibile – cinetic knife (affilato o meno) caraterizzato dalla guardia prominente, che ne facilita l’azione su punti di pressione, anche da chiuso, nonché un’efficacie apertura durante il combattimento.  Anche in questo caso le tecniche apprese con i coltelli ad apertura cinetica trovano ampia applicazione pure con oggetti comuni o al disarmato.

Il CSSD-SC insegna, sia nel caso del combattimento armato che del disarmato, un attento controllo della forza applicata e un’azione mirata al rendere inoffensivo l’aggressore mediante l’azione su obbiettivi non vitali (muscoli, tendini, punti di pressione).

La scuola CSSD-SC ITALIA segue il sistema CSSD-SC creato dal GM Bram Frank e cerca di ampliarne le possibilità tecniche mediante lo studio delle singole Arti Marziali di cui il CSSD-SC incorpora i principi.

Si organizzano corsi di formazione Istruttori in CSSD-SC con il supporto del GM Bram Frank

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia